Detergente intimo neonato: 3 consigli

Indice dei contenuti
detergente intimo neonato

Quale detergente intimo per neonato è meglio utilizzare? La domanda sorge spontanea davanti allo scaffale dei prodotti per la detersione e ci si trova a dover scegliere il detergente intimo bambini più adatto.

Ci si chiede perché è importante scegliere un prodotto studiato appositamente per l’igiene intima da utilizzare fin dai primi giorni di vita e per tutta la durata dell’età pediatrica.

Il detergente intimo per neonato è studiato ad hoc per le specifiche esigenze della zona urogenitale dei neonati è adatto a lavaggi frequenti, il pH delle mucose intime di un neonato è diverso e il migliore tiene conto anche di questa caratteristica.

La cute dei bambini inoltre presenta caratteristiche di fragilità di cui è necessario prendersi cura con un detergente intimo specifico.

In generale è una buona regola evitare i detergenti che contengono tensioattivi aggressivi, è meglio preferire un detergente intimo che contenga sostanze idratanti, lenitive e anche protettive.

Il detergente migliore è quello che porta nutrimento alla pelle ma che la protegge anche da arrossamenti e irritazioni cutanee.

L’ideale è scegliere un detergente intimo neonato naturale

Il detergente migliore deve tenere conto della tipologia di pelle del bambino, meglio se con una formulazione studiata per preservare l’equilibrio cutaneo e in grado di garantire un’alta protezione intima.

detergente intimo bambini

Le formule più adatte sono quelle che contengono solo schiumogeni naturali senza l’aggiunta di additivi o sostanze chimiche.

Al contempo un ottimo detergente deve rispettare la pelle, per proteggerla e lenirla in caso di arrossamenti della mucosa nella zona del pannolino. Il detergente migliore? Delicato, leggermente acido e con solo ingredienti naturali.

Capiamo quindi insieme quali caratteristiche deve avere quindi il miglior detergente intimo neonato.

Deve essere specifico: il detergente deve avere una formulazione studiata appositamente. Il miglior detergente per neonato deve avere una buona tollerabilità, deve rispettare la pelle del bambino meglio se avvalorata da studi dermatologici ad hoc.

Il detergente non deve contenere sostanze aggressive, che altererebbero il già delicato ecosistema intimo.

Detergente e PH

Il pH di un detergente intimo neonato è una caratteristica molto importante.

detergente intimo neonato migliore

In un detergente intimo neonato bisogna tener conto che l’acidità intima è sempre in evoluzione.

L’indicazione è quella quindi di scegliere un detergente con un pH leggermente acido indicato per evitare infezioni batteriche o irritazioni che possono essere fastidiose.

Un consiglio su come utilizzare il detergente intimo: soprattutto in caso di irritazioni  diluite il prodotto con un po’ d’acqua e non applicate nemmeno il detergente intimo neonato migliore direttamente sulle mucose.

Questa piccola attenzione renderà il detergente intimo neonato ottimo perchè ancora più delicato.

Abbiamo tanti consigli per l’igiene intima utilizzando il detergente intimo neonato migliore.

Fare il bagnetto al proprio bimbo dovrebbe essere anche un piacere, un momento di relax e dolcezza.

Fare un bagnetto completo tutti i giorni non è necessario ma un’attenzione particolare dobbiamo averla per le parti intime dei bambini soprattutto se utilizzano il pannolino.

Le zone intime vanno lavate più di frequente e con un detergente intimo apposito.

Le parti intime dei bambini sono parti delicate: l’utilizzo del pannolino rende la pelle più umida e se se non viene lavata accuratamente con un detergente, e spesso durante il giorno, la pelle può infiammarsi.

D’altro canto sappiamo che se ci laviamo troppo spesso sia il contatto con l’acqua che il sapone può alterare il pH fisiologico, ecco l’importanza di usare un detergente adatto alla pelle delicata dei bimbi e anche sapere quanto e come lavarla.

Di seguito divideremo in 2 parti questi consigli, vi daremo le indicazioni su come regolarsi per ii bambini maschi e per le femmine.

Detergente intimo per i bimbi

In passato si consigliava di pulire il pisellino dei bimbi tirando indietro la pelle già da piccolissimi invece ora è considerata una pratica da evitare perchè può creare infiammazioni e lesioni.

miglior detergente intimo neonato

Basterà lavare con un detergente per neonato diluito con acqua tiepida i genitali del bambino solo all’esterno. Anche il sederino può essere lavato con il detergente intimo e acqua tiepida per poi asciugare con un asciugamano soffice facendo attenzione a non lasciare umidità tra le eventuali pieghe cutanee.

Siccome lavare la zona intima del bambino anche con il detergente  è pur sempre un’operazione che viene fatta diverse volte al giorno non è necessario usare sempre molto detergente e si può diluire in modo da non rischiare che si possa alterare il pH della pelle.

Se preferiamo usarlo sempre si consiglia di diluire il detergente o o sceglierne uno molto delicato e specifico e usarne una quantità minima.

Detergente intimo per le bambine

Anche per le bambine vale lo stesso consiglio di utilizzare solo il detergente intimo neonato migliore e acqua tiepida per lavare la zona intima anche a ogni cambio di pannolino.

detergente intimo neonato migliore 1

Con le bimbe è anche possibile bagnare un batuffolo di cotone con un pò di detergente intimo diluito in acqua e poi passarlo tra le pieghe della pelle passandolo sempre da davanti verso dietro e non il contrario, per evitare che i batteri della del sederino passino in quelle anteriori causando infezioni.

Anche nel caso utilizzassimo il detergente intimo migliore ricordiamoci di risciacquare bene la zona intima e poi di asciugarla con una salvietta morbida tamponando e senza lasciare parti umide.

Non spaventatevi se dopo i primi giorni di vita soprattutto dopo aver lavato le parti intime con un detergente intimo neonato nelle bambine possono esserci delle perdite bianche o delle leggere perdite di sangue: nonostante sia un fenomeno che può spaventare è del tutto normale e non è causato dall’utilizzo del detergente intimo, ma agli ormoni materni.

Anche in questo caso non bisogna fare nulla, la situazione tornerà alla normalità in qualche giorno, potete continuare a utilizzare tranquillamente il detergente che avete scelto.

Ma è meglio scegliere un buon detergente intimo o delle salviette umide?

Il modo ideale di lavare la zona intima dei bambini è con acqua tiepida e il detergente intimo per neonati o un detergente intimo bambini.

Quindi le salviettine umidificate non devono essere mai utilizzate?

Come regola generale possiamo dire che, quando abbiamo a disposizione un bagno con un lavandino dove poter lavare il nostro bimbo, è sufficiente farlo con acqua e il detergente intimo.

Se però siamo fuori casa o in una situazione in cui è scomodo utilizzare l’acqua, le salviettine vanno bene.

Meglio se con la stessa composizione e tipologia del detergente intimo bambini che normalmente utilizzate in modo da essere sicuri che non contengano sostanze irritanti che potrebbero altrimenti infiammare la pelle delicata dei bambini.

Qual è il detergente intimo neonato migliore?

La prima regola è usare poco detergente intimo bambini.

La seconda regola è che è importante scegliere detergente intimo migliore che è uno delicato, formulato appositamente e accuratamente per proteggere la pelle delicata dei neonati e dei bambini.

In commercio ci sono moltissime tipologie di detergente intimo bambini adatti alla zone intime così delicate e sono in diversi formati come: bagno latte, bagnoschiuma, mousse e gel, tutti delicati.

Ora in commercio non è come una volta, troverete tantissime alternative per poter scegliere il miglior detergente intimo e che soddisfi ogni vostra esigenza.

Dopo il detergente intimo serve mettere la crema all’ossido di zinco?

La crema all’ossido di zinco è l’ideale quando il sederino è arrossato dal sudore o anche dall’umidità del pannolino, infatti anche il miglior detergente intimo non può essere in grado di prevenire completamente le infiammazioni.

La crema all’ossido di zinco però vi verrà in soccorso: basterà mettere uno strato sottile sulla zona interessata per avere un effetto protezione immediato la pelle del bimbo o del neonato dagli agenti esterni e farà passare velocemente l’irritazione, che sia da pannolino o meno.

Per alleviare un sederino infiammato si può anche ricorrere all’utilizzo di poco detergente intimo o detergente intimo bambini diluito in acqua fresca da applicare direttamente o sotto un getto di acqua corrente, anch’esso fresco.

Una corretta igiene intima nei bambini con acqua, il miglior detergente intimo e solo saltuariamente l’uso di salviettine umidificate vi aiuterà ad evitare le infiammazioni della zona genitale.

Queste irritazioni intime sono causate, a volte, anche da un uso non sempre corretto del pannolino.

Detergente intimo bambini BIO.

Il detergente intimo si trova anche in formulazioni BIO. L’igiene intima quotidiana è molto importante nei neonati e nei bambini. Specialmente nei bambini più piccoli (di 2-3 anni) si hanno duplici esigenza:

  • trovare un detergente che sia purificante ma allo stesso tempo delicato per la loro pelle così sottile, morbida e delicata.

Tutti i detergenti per i più piccoli BIO sono formulati con ingredienti naturali delicati e leggeri tensioattivi (solo agenti detergenti tutti di origine naturale).

La tipologia di detergente intimo che va prediletta è quella BIO che sono formulati senza profumi e senza coloranti chimici.

Tutte queste sostanze infatti purtroppo presenti in altri detergenti non sono adatte ai prodotti per i più piccoli. Eppure anche in alcune tipologie di detergente intimo, detergente intimo bambini che si possono trovare al supermercato li contengono.

Sarebbe meglio scegliere di proporre solo prodotti biologici e quindi formulati con ingredienti naturali e altamente sicuri sulla pelle dei più piccoli, ma negli scaffali dei supermercati si continuano a trovare tipologie di detergente intimo.

Magari vengono presentati come migliore ma che contengono queste sostanze potenzialmente irritanti e aggressive, quindi fate molta attenzione nel leggere l’etichetta del detergente sia al supermercato che altrove.

Leggete sempre l’inci del prodotto e cioè la sua composizione.

Il detergente intimo neonato migliore deve tenere conto che la pelle dei neonati è molto molto sensibile

L’assorbimento cutaneo è molto elevato e i sistemi di protezione del corpo, compresi quelli dell’epidermide, non sono ancora completamente sviluppati.

Ecco perché è meglio limitare al minimo le sostanze chimiche con cui la pelle del bambino entra in contatto ed evitare alcuni ingredienti nel detergente  e non solo.

Ma cosa va evitato nel detergente intimo?

Cosa evitare nel detergente intimo? Molti di questi prodotti, alcuni destinati anche a neonati, contengono ingredienti che in realtà o interferiscono con il sistema ormonale, cosa molto grave, dei rabbini oppure contengono sostanze allergizzanti e sensibilizzanti.

Come fare a capire quindi quale sia il migliore e quale detergente intimo bambini è meglio usare e quale invece no ed è da evitare completamente?

Hai un’arma segreta nella scelta del miglior detergente intimo e la abbiano accennata poco fa.

Prima di acquistare il detergente intimo per neonati o, una volta cresciuto un pò, leggi sempre e fino in fondo la lista degli ingredienti.

Anche se piccola e nascosta deve essere scritta per legge in tutte le confezioni e riportare tutti gli ingredienti del detergente intimo e lo deve fare presentandoli in ordine decrescente di concentrazione.

Questa lista vi aiuterà nella scelta e vi farà scartare il peggiore della sua categoria.

Un piccolo aiuto: ecco i peggiori ingredienti

  • sostanze lavanti aggressive
  • schiuma (che potrebbe irritare gli occhi)
  • profumi
  • acque di colonia
  • alcol
  • sostanze disidratanti
  • agenti chimici che possono provocare allergie
  • creme idratanti (la pelle del bambino potrebbe assorbire sostanze indesiderate, come parabeni e petrolati, o impurezze come paraffina liquida)
  • borotalco e altre polveri
  • prodotti disinfettanti (il sistema immunitario del bambino non si allena ai germi se si usano troppi prodotti disinfettanti, figuriamoci se sono presenti nel detergente che usiamo più volte al giorno) e inoltre non dimentichiamo che danneggiano l’ambiente.

Conclusioni

L’arrivo di un neonato comporta molti cambiamenti e nuove necessità.

Lo sanno bene le aziende dei prodotti per bambini, che producono anche varie tipologie di detergente intimo.

Fanno a gara per rinnovarsi e lanciare novità per accaparrarsi il titolo di avere il miglior detergente. Cercano di sfruttare anche le mode per poter arrivare a produrre il detergente migliore.

Così nei negozi spuntano prodotti nuovi ogni giorno e non rimane escluso il detergenti intimo neonato migliore.

Ogni tanto verrebbe da chiedersi se tutto questo è davvero necessario o bisognerebbe concentrarsi solamente ed esclusivamente sui migliori prodotti utili per l’infanzia e naturali.

L’ultimo consiglio che vogliamo dare riguarda la biancheria intima: dovrebbe sempre essere di cotone e va cambiata una volta al giorno e anche più spesso, se si sporca come spesso accade coi neonati e i bambini.

Ovviamente a ogni cambio di pannolino è sempre meglio dedicare qualche minuto alla pulizia e lavaggio delle parti intime con il detergente migliore e fare lo stesso con la biancheria intima.

Speriamo che questa piccola guida su come scegliere e utilizzare il miglior detergente possa esservi utile e guidarvi nella scelta del miglior detergente intimo bambini.

Scopri altri articoli sul nostro blog o sul nostro profilo social!