SPEDIZIONE GRATIS PER ORDINI SUPERIORI A 35€

Detergente intimo post parto: 1000 motivi per utilizzarlo

Detergente intimo post parto

A che serve il detergente intimo post parto? È fondamentale che ogni donna stia molto attenta alla sua igiene intima soprattutto dopo il parto. Un’igiene intima accurata dona una sensazione di freschezza anche in un momento così delicato.

Un buono stato di salute di tutti gli organi e importante per prevenire tutti i piccoli disturbi che possono sorgere dopo il parto, compresa la secchezza della pelle nelle parti intime. Tuttavia, in commercio esistono tante tipologie di detergente intimo post parto che, pur spacciandosi per naturale, mantengono al loro interno ingredienti e formule non adatte alla delicatezza delle parti intime post parto.

Se già normalmente scegliere il giusto detergente intimo è importante, durante una fase così delicata il detergente intimo post parto gravidanza diventa essenziale.

Quale detergente intimo post parto usare?

Dopo la gestazione è meglio utilizzarne uno non aggressivo e a pH leggermente acido.

Il detergente deve anche avere al suo interno degli antibatterici che aiutano a prevenire infiammazioni e anche possibili infezioni.

Da evitare assolutamente un detergente aggressivo o con pH alto, tenderebbero a seccare troppo e ulteriormente le parti intime.

Come capire se il detergente ha pH alcalino (che può arrivare anche ad avere un valore vicino a 8)? Lo si può capire dalla schiuma che produce il prodotto una volta entrato a contatto con l’acqua: troppa ed evidente.

Ma come fare a scegliere un detergente intimo post parto naturale?

In commercio esistono tantissimi prodotti di marche e caratteristiche differenti.

Se dovete scegliere il giusto detergente intimo dovrete dunque assicurarvi che abbia alcune specifiche, che vi riportiamo di seguito:

  • deve avere un buon potere detergente.
  • Il detergente intimo post parto naturale deve rispettare il livello di acidità della pelle.
  • Meglio che il detergente intimo post parto abbia al suo interno del disinfettante
  • Importante che il detergente  scelto svolga anche un’azione antibatterica e antimicotica
  • Un detergente intimo post parto naturale deve avere un’azione idratante
  • Meglio se il detergente scelto sia anche emolliente, nutritivo e protettivo.

Assicuravi di scegliere un detergente intimo post parto naturale che:

  1. non contenga tensioattivi
  2. non contenga coloranti artificiali
  3. non contenga profumi sintetici
  4.  non contenga conservanti
  5. non contenga elementi che possano danneggiare la pelle.

Per essere sicuri che il prodotto non presenti tracce di queste sostanze, potete leggere molto attentamente l’inci del prodotto e optare per una marca nota e specifica.

Detergente intimo post parto naturale e delicato

Tra i vari tipi di detergente intimo post parto naturale ce ne sono alcuni con la calendula o altre erbe attive.
Uno alla calendula può contenere anche altre miscele di erbe che rispettano l’ambiente intimo e il pH, riducendo anche la comparsa di irritazioni e di altri inconvenienti.

Un detergente intimo post parto alla calendula può contenere ad esempio anche estratti di eucalipto, biancospino, menta, salvia, malva, timo, camomilla etc,

Inoltre un detergente intimo post parto alla calendula non contiene mai parabeni o derivati dal petrolio e normalmente è Microbiologicamente testato.

Se volete un prodotto che sia anche attento agli animali potete sceglierne uno vegano e non testato su animali.

Detergente alla calendula

Ben vengano anche estratti vegetali, nel detergente intimo post parto naturale soprattutto se siete in cerca di uno che prevenga anche la candida, infezione molto frequente in caso di alterazione della flora batterica vaginale che possono presentarsi dopo il parto.

Vanno bene oltre al detergente intimo post parto alla calendula sostanze come:

  • camomilla, dalla perfetta azione lenitiva
  • salvia
  • timo
  • malva
  • olio di mandorle
  • aloe
  • tea tree.

Come dicevamo poco fa, per assicurarsi di fare la scelta giusta, la cosa migliore è leggere l’INCI, ovvero la lista degli ingredienti del detergente intimo post parto.

Questa lista è obbligatoria e deve essere applicata su tutte le confezioni.

Una volta scelto il detergente che fa al caso vostro, dovrete sapere come utilizzarlo nel migliore dei modi.

La cosa migliore da fare è usarlo due volte al giorno, e , se lo desiderate o siete abituate così, dopo ogni evacuazione.

Attenzione a non esagerare: talvolta la presenza di irritazioni post parto, potrebbe indurci a utilizzare il prodotto in maniera troppo intensiva.

In realtà non va bene un utilizzo neanche intensivo del detergente intimo post parto naturale, perchè si corre il rischio di alterare troppo il pH e dunque esporre le nostre parti intime a ulteriori problemi e infiammazioni e rischi inutili.

Una volta applicato ricordate di risciacquare bene da non lasciare residui sulla pelle e di asciugarvi bene tamponando con un asciugamano di cotone morbido, senza strofinare troppo e senza lasciare zone umide o in cui il detergente intimo post parto alla calendula è ancora presente, se lo notate risciacquatevi meglio.

Altri accorgimenti

Ci sono degli altri piccoli consigli che vogliamo darvi .

È bene utilizzare un abbigliamento comodo e biancheria intima di puro cotone ed evitate i tessuti sintetici. Lasciate da parte anche collant o jeans troppo stretti e vietati i salvaslip.

Per quanto riguarda l’igiene, oltre al giusto detergente assicuratevi di avere le mani pulite e igienizzate così da non rischiare infiammazioni o pruriti.

È possibile, inoltre, applicare degli impacchi per ridurre le infiammazioni, dello stesso tipo del detergente intimo post parto alla calendula oppure utilizzare una pomata anch’essa naturale. Inoltre, nel caso vi fossero gonfiori o dolori, utilizzate anche impacchi e creme lenitive ed emollienti oltre a un detergente intimo post parto naturale.

Igiene post parto e detergenti

Le cose importanti da ricordare sono:

  • mantenere una buona igiene intima con un detergente detergente intimo post parto a pH neutro
  • sostituire l’assorbente ad intervalli regolari. Questo significa che nei primi giorni vi troverete a sostituire l’assorbente ogni ora per poi dilazionare sempre di più fino a poterlo eliminare perchè le perdite saranno terminate.
  • tenere conto dell’ episiotomia.

L’episiotomia è il taglio che viene eseguito per permettere la nascita più facile del bambino e che poi viene suturato con punti che si riassorbiranno lasciando una cicatrice piccola e normalmente poco visibile.

In questo caso l’attenzione va posta sulla prevenzione delle infezioni.

I batteri amano molto zone in cui vi è permanenza di umidità, e in questo caso sarà causata dalle perdite, e possono infilarsi agevolmente tra un punto e l’altro della sutura.

Un’infezione va evitata perchè poi andrebbe trattata con antibiotici e può essere necessario addirittura la riapertura della ferita ed il suo drenaggio a livello locale.

Dal momento che si può prevenire tutto ciò con un’adeguata igiene sarebbe forse il caso di farlo e prevenire l’infezione.

Come? Con dei piccoli e semplici accorgimenti

Si può procedere all’igiene normale,  poi la parte va asciugata molto bene e l’assorbente specie nei primi giorni andrà cambiato molto spesso.

Può essere utile ridurre il dolore con un detergente intimo post parto alla calendula e magari anche impacchi di calendula fredda.

Detergente intimo post parto e secchezza

La secchezza che può derivare dal fatto di non usare un detergente naturale e può essere contrastata in diversi modi, è importante idratare la parte.

In primo luogo bevendo almeno 1,5 litri di acqua al giorno.

  • Detergente intimo post parto, a cosa fare attenzione e come sceglierlo.

Se non sapete se quello che già avete sia giusto o sbagliato, verificate se fa molta schiuma, se la fa, non usate quel detergente intimo post parto, ma sceglietene piuttosto un detergente intimo post parto alla calendula.

Per scegliere un buon prodotto bisogna verificare che questo lavi bene la zona, abbia un’azione lenitiva e idratante ma anche riparatrice.

Il giusto detergente  che svolga un’azione antibatterica e anche antimicotica e che rispetti il livello di acidità della pelle senza essere aggressivo.

Sono assolutamente da evitare le tipologie di detergente intimo post parto con profumi artificiali, conservanti, coloranti sintetici e tensioattivi.

Il modo più semplice per escludere tutti questi elementi, è quello di scegliere un detergente intimo naturale, meglio se un detergente intimo post parto alla calendula, ottimo se anche BIO.

Che igiene intima adottare dopo il parto?

Il periodo post parto è una fase delicata e il rischio di non scegliere il giusto detergente intimo post parto e rischiare infezioni è maggiore.

L’alterazione del pH vaginale e la secchezza sono dovute alle variazioni ormonali e possono favorire l’insorgenza di disturbi, o pruriti e bruciori.

La calendula può far al caso vostro perchè può anche neutralizzare i possibili cattivi odori intimi che possono creare disagio.

Un detergente intimo post parto del genere infatti aiuta ad alleviare i possibili fastidi della quotidianità post partum.

Gli esperti consigliano di lavarsi con il  detergente scelto almeno due volte al giorno e dopo ogni evacuazione.

Il detergente  va diluito leggermente e poi messo con movimenti dal davanti verso il dietro, in modo da limitare il più possibile il passaggio di germi nelle vie urinarie e genitali.

Il detergente intimo post parto alla calendula

Uno dei detergenti consigliati spesso è quello alla calendula con azione antibatterica ma non aggressiva.

Questo detergente intimo post parto naturale è anche lenitivo e combatte i cattivi odori.

Questo tipo di detergente  può contenere anche altri elementi importanti per la salute intima e dalle proprietà e benefici cosmetici vari come:

  • Acido Lattico (dal potere riequilibrante)
  • Succo d’Aloe (previene le irritazioni, rinfresca e idrata, lenisce la pelle dalle irritazioni e evita le infiammazioni)
  • Bardana (antibatterico naturale che idrata la pelle secca e svolge un’azione antibatterica grazie anche all’alta concentrazione di inulina che contiene)
  • Olio di Oliva: antiossidante, idratante e anche nutritivo
  • Olio di Salvia: dai poteri astringenti e antibatterici
  • Note di profumo naturali come tea tree o salvia che hanno anche qualità cicatrizzanti, antimicotiche e anche antiodoranti

Ovviamente nel detergente naturale l’estratto di Calendula è fondamentale essendo:

  1. Anti-infiammatoria e anti-microbica
  2. ideale contro le infiammazioni della pelle
  3. combatte le dermatiti
  4. molto calmante e lenitiva
  5. risulta adatta per la cura di pelle screpolata
  6. contrasta la pelle secca e danneggiata.

Questo tipo di detergente naturale rispetta l’equilibrio delle zone intime, perchè il suo pH è acido (4.5).

Fate attenzione che il detergente intimo post parto  sia dermatologicamente testato e anche adatto su pelli sensibili, e in gravidanza e postparto.

Se poi il detergente intimo post parto naturale è certificato biologico e non contiene sostanze di origine petrolchimica, siliconi e profumi artificiali ancora meglio!

L’utilizzo del detergente intimo post parto alla calendula è semplice, basta prelevare una piccola quantità di detergente e appliccarlo sulla pelle inumidita per detergere e in seguito risciacqua bene.

Perché usare un detergente intimo post parto naturale, meglio se alla calendula.

  • è uno dei migliori sul mercato
  • Combatte la secchezza
  • lenisce il dolore
  • combatte le infiammazioni- idrata e nutre la cute
  • ha un’azione antibatterica e antimicotica.

Dopo il parto e durante la gravidanza, le parti intime diventano più delicate e questo detergente intimo post parto è la soluzione ideale.

Un detergente intimo post parto bio può fare la differenza perchè non contiene profumi  aggiunti e ha un INCI ottimo: queste qualità lo rendono il detergente perfetto.

Grazie ai suoi principi attivi combatte il prurito e previene e combatte attivamente i cattivi odori a differenza di altri tipi di detergente intimo post parto che semplicemente li mascherano temporaneamente con fragranze artificiali questo li elimina.

Il ricco contenuto di principi attivi naturali e biologici di questo detergente intimo  naturale lo arricchiscono di funzioni lenitive, anti-infiammatorie, antibatteriche, calmanti, idratanti, tutte qualità che lo rendono un detergente alla calendula particolarmente indicato per la detersione post parto.

Da ricordare!

Gli esperti consigliano di lavarsi con il  detergente scelto almeno due volte al giorno e dopo ogni evacuazione.Il detergente  va diluito leggermente e poi messo con movimenti dal davanti verso il dietro, in modo da limitare il più possibile il passaggio di germi nelle vie urinarie e genitali.

Il modo più semplice per escludere tutti questi elementi potenzialmente dannosi è quello di scegliere un detergente intimo naturale, meglio se un detergente intimo post parto alla calendula, ottimo se anche BIO.

Per scegliere un buon prodotto bisogna verificare che questo lavi bene la zona, abbia un’azione lenitiva e idratante ma anche riparatrice.

Se c’è secchezza può derivare dal fatto di non usare un detergente naturale e può essere contrastata in diversi modi, a partire dall’igiene ma, per iniziare è sempre importante idratare la parte.

Scopri altri articoli sul nostro blog o sul nostro profilo social