SPEDIZIONE GRATIS PER ORDINI SUPERIORI A 35€

Macchina pulizia viso

macchina pulizia viso

Hai finalmente deciso di effettuare una pulizia del viso professionale e stai raccogliendo più informazioni possibili su “macchina pulizia viso” e sui vari tipi di pulizia da fare sia nei centri estetici che a casa? Allora molto probabilmente questo articolo è proprio quello che fa per te.

Oggi parleremo di spazzole per la pelle, di macchina per pulizia viso, di esfolianti e di moltissimi altri metodi per eseguire una pulizia del viso ad hoc. Specialmente in inverno, capita che la pelle possa risultare particolarmente grigia e spenta.

Questo a causa di diverse motivazioni come ad esempio un alimentazione sbagliata, la poca esposizione ai raggi solari, gli sbalzi di temperatura, il make up che non viene rimosso bene.. Insomma, non è affatto insolito arrivare a fine giornata con la pelle lucida e piuttosto impura.

Una corretta pulizia del viso è fondamentale sia per impedire che tutte queste impurità compromettano la salute della nostra pelle, sia per iniziare un processo anti invecchiamento rimuovendo tutte quelle cellule morte che rimangono depositate sul primo strato dell’epidermide e che impediscono ai prodotti di bellezza di fare il loro corso.

Quanto il viso non viene pulito correttamente, infatti, gli strati di sporcizia si depositano l’uno sull’altro, ostruendo tutti i pori della pelle ed impedendo così ai prodotti di agire correttamente. Inoltre, quando i pori della pelle non vengono liberati viene impedita anche una corretta ossigenazione delle cellule, la quale è a sua volta dannosa sia per la salute della pelle stessa che per l’aspetto estetico.

Macchina pulizia viso: perché è così importante detergere la pelle

La pulizia del viso, che sia essa professionale o fai da te, è un trattamento imprescindibile per avere una pelle luminosa e per evitare la comparsa di brufoli o punti neri indesiderati. Esistono sul mercato centinaia di prodotti di bellezza utilizzati ogni giorno nella beauty routine di migliaia e migliaia di donne.

Tuttavia, anche i prodotti delle migliori marche, se la pelle non viene detersa correttamente prima della loro applicazione, risulteranno soltanto un incredibile dispendio di soldi.

Un buon prodotto di skin care è infatti sicuramente una buona base da cui partire per una corretta pulizia del viso, ma non può nulla su una pelle sporca. Detto questo, andiamo a vedere alcuni dei trattamenti di pulizia del viso più utilizzati dalle donne.

Le cause che provocano la formazione di strati impuri sul nostro viso sono moltissime. Tra le principali troviamo sicuramente una cattiva alimentazione, uno scarso esercizio fisico e l’inquinamento urbano. Anche se per noi è impercettibile, le polveri sottili e tutte le particelle presenti nel nostro ambiente sono a contatto con la nostra pelle in continuazione.

Tali particelle si accumulano sulla superficie della pelle ostruendo i pori e impedendo così alle cellule di respirare. Tutto questo altera non di poco la composizione del film idro lipidico (la pellicola di grasso che si occupa della protezione della nostra pelle) generando una quantità di radicali liberi che favorisce l’invecchiamento cutaneo.

Per questo motivo ogni donna deve seguire una beauty routine specifica per prendersi cura della propria pelle a seconda delle proprie necessità e caratteristiche. Una beauty routine mirata per l’inquinamento urbano, eseguita seguendo tutti i passaggi necessari, è necessaria per rispondere a tutte le esigenze di una pelle stressata a causa di quello che è l’inquinamento urbano.

Questo tipo di beauty routine dura circa quarantacinque minuti e viene eseguita seguendo quattro passaggi: la detersione della pelle, il massaggio linfodrenante, l’applicazione del tonico e della crema idratante.

Il miglior trattamento per le pelli delicate

Molte donne evitano di effettuare una pulizia del viso funzionale in quanto hanno paura di uscire dal salone di bellezza con la pelle tutta arrossata. Un altra paura abbastanza comune è quella di vedere spuntare tutti quei classici brufoli bianchi che appaiono a volte dopo le sedute a causa della stimolazione della secrezione del sebo.

Se anche tu sei tra le donne che non si sottopongono alla pulizia del viso a causa di queste paure, è bene che tieni a mente che non tutti i risultati di una pulizia del viso sono visibili nel breve termine.

Molti dermatologi, ad esempio, consigliano uno speciale trattamento effettuato con una macchina per pulizia viso chiamata Hydrafacial. Questo specifico trattamento nasce nei paesi orientali per la cura delle pelli più sensibili e consiste in una pulizia del viso molto profonda realizzata con un macchinario a forma di penna che aspira tutte le cellule morte, il sebo in eccesso, i punti neri e le impurità depositate sul viso.

La doppia azione di aspirazione ed effetto vacuum permettono di detergere la cute in profondità ottenendo un effetto sebo regolatore, anti batterico e anche antinfiammatorio. Grazie a questo particolare trattamento la pelle viene inoltre idratata fino in fondo, nutrita e anche protetta.

Pulizia viso macchina: i brufoli vanno spremuti?

Eccoci davanti ad uno dei dilemmi più grandi della pulizia del viso. Da sempre ci viene detto che i brufoli non vanno spremuti, altrimenti con le mani infette non faremmo altro che peggiorare la nostra situazione infettando ancora di più i pori e provocando sanguinamento e cicatrici. Poi, quando ci rechiamo dall’estetista, dopo averci fatto i vapori inizia a schiacciarci i punti neri uno ad uno. Ma allora questi brufoli vanno schiacciati oppure no?

Una detersione accurata della pelle serve propriamente per prevenire e per contrastare la comparsa di punti neri e di brufoli. Tuttavia, a causa di cattive abitudini e inquinamento ambientale, molte volte non importa quanta fatica e quanti sacrifici si facciano per mantenere la pelle pulita, i punti neri si formano lo stesso. Dunque molte volte, l’unico metodo per disfarsi dei punti neri è quello di aprire i pori con il vapore e di schiacciare i punti neri fino alla radice per estirparli.

Dopo la spremitura dei punti neri, però, è necessario sempre sottoporsi ad un trattamento (che può essere effettuato da un professionista in un centro estetico ma anche a casa propria) di pulizia e levigazione della pelle. È importante ricordare la la pulizia del viso attraverso la spremitura dei brufoli è un operazione che stressa molto la pelle e, per questo motivo, è fondamentale applicare maschere ricostituenti e creme idratanti a trattamento terminato.

Quando parliamo di esfoliazioni, la prima cosa che ci viene in mente è sicuramente l’esfoliazione con lo scrub. Non tutti sanno, però, che è possibile anche esfoliare la propria pelle con l’ausilio di alcuni acidi, come ad esempio gli acidi presenti nella frutta, i quali aiutano sia a chiudere i pori (proprio come farebbe un normale tonico) e sia a regolarizzare quella che è la produzione del sebo.

Per quello che ne sappiamo lo scrub, tuttavia, resta il modo migliore per esfoliare la pelle senza causare irritazioni o arrossamenti vari. Va però detto che non tutti i dermatologi la pensano in questo modo e che ce ne sono addirittura alcuni che sconsigliano totalmente l’utilizzo di questi prodotti per la rimozione dei punti neri.

A quanto pare, secondo i dermatologi che sposano questa tipologia di pensiero, esfolianti e scrub di vario genere purificano senza dubbio la pelle, ma non sono tuttavia in grado di rimuovere le imperfezioni che si sono già formate (es. i punti neri). Gli stessi dermatologi che non prediligono l’utilizzo dello scrub per l’eliminazione dei punti neri già formati sono quelli che consigliano invece l’utilizzo dei cerotti anti punti neri.

La tecnologia per la rimozione delle impurità

Come per qualsiasi altra cosa nel nuovo millennio, la tecnologia ci viene in aiuto anche nel mondo dell’estetica. Come sappiamo già, esistono diversi tipi di macchinari per la pulizia del viso utilizzati nei centri estetici da persone competenti che ne conoscono le caratteristiche e gli usi.

Ma la tecnologia viene in aiuto che nelle case delle persone che, come te, hanno deciso di affacciarsi al mondo della pulizia del viso fai da te. Per questi scopi sono infatti state ideate particolari spazzole chiamate spazzole soniche in grado di pulire la pelle, e in particolare quella del viso, in profondità.

Un semplice detergente, infatti, non è in grado di andare in profondità, come abbiamo già visto, ma di eliminare soltanto lo sporco in superficie. Una spazzola sonica per la pulizia del viso, invece, riesce a stimolare la pelle al punto da aprire i pori e farne fuoriuscire le impurità all’interno. Uno dei dispositivi più utilizzati dall’inizio di quest’anno è il device con tecnologia artificiale integrata chiamato Foreo Luna.

Questa particolare macchina pulizia viso è in grado di detergere la pelle ed idratarla bilanciando anche i livelli di secrezione di sebo. Inoltre la detersione avverrà in maniera completamente personalizzata a secondo del proprio tipo di pelle e di come gli agenti esterni (make up, smog..) interagiscono con essa.

Macchina pulizia del viso: anche la pulizia del viso fai da te garantisce ottimi risultati

Abbiamo visto in questo articolo l’importanza di una buona pulizia del viso, sia che venga essa eseguita da un professionista in uno studio estetico, sia che venga eseguita da casa.

Ora, per ottenere i risultati che si desiderano, è importante sottoporsi ad una pulizia del viso fai da te circa una volta a settimana. In questo modo, si potrà eseguire una pulizia del viso professionale anche una volta ogni due mesi.

È molto importante conoscere ed eseguire bene tutti i passaggi di una pulizia del viso fai da te per preparare la pelle alla pulizia del viso professionale e risparmiare così tempo, denaro e molto stress (sia personale che alla cute). Vediamo dunque quali sono i passaggi da eseguire per una pulizia del viso fai da te ad hoc.

Il primo passo per una pulizia del viso fai da te che funzioni è la detersione della pelle. In questa fase è necessario rimuovere tutto il make up e qualsiasi altro eventuale residuo di sporco depositato sul viso. Oltre chiaramente una prima passata di acqua e sapone, sarà necessario utilizzare un prodotto efficace come ad esempio il latte detergente o l’acqua micellare.

Una volta aver eliminato bene tutto quanto lo sporco depositato sul primo strato di pelle, è possibile passare alla fase dei vapori. In un centro estetico, per questa operazione, viene utilizzata un apposita macchina per creare il vapore.

A casa, invece, è possibile utilizzare un semplice pentolino con acqua calda. Si deve portare l’acqua ad ebollizione e, quando è pronta, toglierla dal fuoco e mettere la testa a circa quindici centimetri dalla superficie dell’acqua. A questo punto coprire la testa con un asciugamano e lasciare che il vapore apra tutti i pori del viso. Per questa operazione ci vogliono dai quindici ai venti minuti.

Se hai la pelle molto sensibile, probabilmente dovrai evitare questo passaggio. Una volta che tutti i tuoi pori saranno aperti, potrai passare alle fasi successive, ovvero quelle dello scrub e della maschera ricostituente.

Scrub e maschera ricostituente

Quando i pori sono completamente dilatati si può passare alla fase dello scrub. Si può scegliere di comprare uno scrub commerciale in erboristeria o al supermercato, o di preparare uno scrub fatto in casa semplicemente utilizzando qualche cucchiaino di miele e zucchero (preferibilmente di canna).

È molto importante che lo scrub venga passato sul viso quando è ancora caldo, in modo tale da favorire lo scioglimento dello zucchero e quindi la sua penetrazione all’interno dei pori dilatati.

Lo scrub va massaggiato sulla pelle per circa cinque minuti. Al termine di questa operazione è possibile considerare conclusa la propria pulizia del viso e quindi applicare una maschera ricostituente in modo tale da alleviare lo stress che la pelle ha subito.

La maschera deve essere scelta in base al proprio tipo di pelle, chiaramente (grassa, mista, secca, delicata..). Molti dermatologi consigliano l’applicazione di un ulteriore prodotto, ovvero il tonico.

Questo perché, a pulizia conclusa, il tonico permette ai pori di restringersi più velocemente, evitando che la sporcizia inizi ad entrare subito dopo la pulizia appena effettuata. Per altri articoli di questo genere seguici sul nostro blog o sui nostri canali social.

Articoli Correlati